Cristiani d’argento, Grassia di bronzo L’Italia “rosa” del Trap si impone nella gara dell’Emiro. Sesto Ferrari al maschile

 -  -  6


Kuwait – Il Gran Premio intitolata a Sua Altezza l’Emiro del Kuwait si conclude con due medaglia, una d’argento ed una di bronzo, conquistate da Isabella Cristiani e Giulia Grassi nella gara di Trap Femminile.

La prima, toscana di San Giuliano Terme (PI) e portacolori della Marina Militare, si è qualificata alla finale con il quarto miglior punteggio (106/125 +6) ed ha migliorato il suo piazzamento arrivando a duellare con la padrona di casa Sarah Al Hawal per l’oro. Uno scontro serrato conclusosi con il punteggio finale di 42/50 a 40/50 a favore della kuwaitiana.

La Grassia, modenese e portacolori dell’Esercito Italiano, entrata in finale con il dorsale numero tre 8110/125 in qualifica) si è battuta con onore e, dopo apre superato brillantemente le prime tre eliminatorie, è salita sul terzo gradino del podio con lo score di 33/40.

Meno brillante la prestazione della squadra maschile, in finale solo con Lorenzo Ferrati (Fiamme Oro) di Provaglio d’Iseo. Rientrato tra i migliori sei con uno spareggio, il bresciano non è riuscito a tenere il passo con gli avversari attestandosi in sesta piazza con 20/25.

Così gli altri azzurri in gara: ottavo Jacopo Cipriani (Carabinieri) di Scandficci (FI) con 115/125, nono Teo Petroni di Fabrica di Roma con 115/125, diciottesimo Luca Miotto (Carabinieri) di Ciliverghe (BR) con 112/125, ventiquattresimo Oronzo Rochira di Ostuni (BR) con 110/125 e ventiseiesimo Matteo Marongiu (Fiamme Oro) di Sassari con 110/125.

Soddisfatto della prestazione delle azzurre il Tecnico accompagnatore Daniele Lucidi (Carabinieri) “Isabella e Giulia hanno fatto una buona gara ed una grande finale, mentre dai ragazzi mi aspettavo qualcosa di più anche se la competizione non è stata facile a causa di piattelli impegnativi e scarsa visibilità. In ogni caso, come prima gara dell’anno per questi tiratori, il bilancio è comunque positivo”.

RISULTATI

Trap Femminile: 1ª Sarah AL HAWAL (KUW) 114/125 (+2) – 42/50; 2ª Isabella CRISTIANI (ITA) 106/125 (+6) – 40/50; 3ª Giulia GRASSIA (ITA) 110/125 – 33/40; 4ª Sarsenkul RYSBEKOVA (KAZ) 114/125 (+1) – 28/35; 5ª Maryia DIMITRIYENKO (KAZ) 102/125 – 22/30; 6ª Shahadh AL HAWAL (KUW) 106/125 (+5) – 16/25.

Trap Maschile: 1° Talal AL RASHIDI (KUW) 118/125 (+3) – 42/50; 2° Fahad ALMUTAIRI (KSA) 118/125 (+2+2) – 41/50; 3° Khaled ALMUDHAF (KUW) 117/125 – 34/40; 4° Naser MEQLAD (KUW) 118/125 (+0) – 28/35; 5° Michal HOJNY (CZE) 118/125 (+2+1) – 24/30; 6° Lorenzo FERRARI (ITA) 116/125 (+3) – 20/25; 8° Jacopo CIPRIANI (ITA) 115/125; 9° Teo PETRONI (ITA) 115/125; 18° Luca MIOTTO (ITA) 112/125; 24° Oronzo ROCHIRA (ITA) 110/125; 26° Matteo MARONGIU (ITA) 110/125.

LA SQUADRA AZZURRA DI FOSSA OLIMPICA

Senior: Jacopo Cipriani (Carabinieri) di Scandicci (Firenze), Lorenzo Ferrari (Fiamme Oro) di Provaglio D’iseo (Brescia), Matteo Marongiu (Fiamme Oro) di Sassari, Luca Miotto (Carabinieri) di Ciliverghe (Brescia), Teo Petroni (Tav Cascata delle Marmore) di Fabrica di Roma (Viterbo),  Oronzo Rochira (Tav Umbriaverde) di Ostuni (Brindisi)

Ladies: Isabella Cristiani (Marina Militare) di San Giuliano Terme (Pisa), Giulia Grassia (Esercito) di Modena

Tecnico Federale: Daniele Lucidi.

Com. Stam.

6 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
59 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *