In pedana in Umbria 352 tiratori, 308 per il Trap e 44 per lo Skeet Per i giovani un 2° Gran Premio da record

 -  -  2


Tra gli Junior oro per Esposito, Chiti, Grassia e Longhi

I Giovani del Tiro a Volo italiano non smettono mai di stupire. Oltre ai risultati agonistici collezionati in occasione di competizioni internazionali come Mondiali, Europei e Coppe del Mondo, a stupire sono anche i dati di partecipazione alle gare nazionali. Nell’ultima, quella andata in scena lo scorso fine settimana in Umbria, sulle pedane degli impianti Umbriaverde-Todi di Massa Martana (PG) e I Moschettieri del Nera di Terni si sono cimentati in 353, 308 per la Fossa Olimpica e 44 per lo Skeet, record assoluto per un Gran Premio del settore.

Una grandissima festa di sport e di colori a cui hanno partecipato anche il Presidente Federale Luciano Rossi, il Vice Presidente Paolo Fiori e tutto lo staff del Settore Giovanile della Fitav coordinato dal Prof. Alberto Di Santolo.

“Questi giovani rappresentano il futuro del nostro sport – ha commentato entusiasta Rossi – Faccio i miei complimenti a chi ha conquistato medaglie ma anche a tutti quelli che hanno partecipato con i loro genitori, tecnici ed amici, contribuendo a rendere indimenticabile questo appuntamento”.

Iniziando con la Fossa Olimpica, tra gli Junior Maschili il più forte in pedana è stato Alessandro Esposito diciassettenne di Tivoli, uscito vincitore da un duello serrato con Alessio Franquillo, diciannovenne di Cannaiola (PG).

I due sono entrati in finale con i migliori punteggi delle qualificazioni, rispettivamente 73/75 e 74/75, e nel rush per le medaglie hanno proseguito il testa a testa arrivando al termine dei piattelli regolamentari con l’identico punteggio di 42/50. A decretare la vittoria del tiratore del Lazio è stato lo shoot-off, vinto con +3 a +2 ai danni del portacolori dell’Umbria.

Con loro sul podio è salito anche Lorenzo Soldati, diciassettenne di Sasso Marconi (BO), terzo classificato grazie al 70 concretizzato in qualificazione ed al 31/40 della finale.

Al femminile il primato se lo è assicurato Giulia Grassia di Modena. L’oro della classifica Junior è stato suo grazie ai 69 centri delle qualifiche ed ai 42 conseguiti in finale, due in più di Erica Sessa  di Cava de’ Tirreni (SA), argento con 40. Terza Carolina Paganin di Chioggia (VE) con 30/40.

Assolutamente brillante la prova di Marco Mangolini, diciassettenne di Vailate (CR), che è salito sul gradino più alto del podio degli Allievi con un eccellente 73/75 mettendo in riga Jacopo Durè De Foresta di Montepulciano (SI), argento con 71, e Gabriele Solari di Levi (GE), bronzo con 68.

Tra le Allieve Giorgia Lenticchia di Terni si è dimostrata quella più in forma tra quelle in gara ieri e con 64/75 si è assicurata l’oro. Alle sue spalle si sono piazzate Valentina Melis di Furtei (CA) e Michela Placidi di Fara Sabina (RI), rispettivamente seconda con 63 e terza con 60.

Mattia Di Palma di Castel Del Piano (PG) si è messo al collo l’oro della classifica riservata alle Giovani Speranze con un buon 70/75 concretizzato grazie al 46 delle qualifiche e al 24 della finale. Per assegnare l’argento ed il bronzo si è dovuto ricorrere allo spareggio i cui protagonisti sono stati Elia Lattanzi di Monte San Pietrangeli (AP) e Riccardo Mirabile di Rufina (FI) appaiati a quota 68/75. Alla fine con +7 a +6 la piazza d’onore le al è assicurata il marchigiano, mentre al toscano è rimasto il terzo gradino del podio.

Infine, complimenti a Luca Gerri di Erbusco (BS), oro tra gli Esordienti Maschili con 67/75, davanti a Gianfranco Cheloni di Collesalvetti (LI) secondo con 65 +1 ed a Cosimo Luca Salinaro d San Donaci (BR) terzo con 65 +0. Da oro anche la prestazione di Maria Renzi di Sezze (LT), prima con 56/75 davanti a Sara Carrozzo di San Donaci (BR) ed a Gloria Labemano di Mrone (BS), rispettivamente seconda con 50 e terza con 48.

Passando allo Skeet, le pedane del Tav I Moschettieri del Nera hanno premiato Matteo Chiti come migliore del comparto degli Junior.

Il ventenne pistoiese è stato il più forte delle tre serie di qualifica, chiuse con il punteggio di 73/75, ed ha conservato il primo posto fino all’ultimo piattello della finale. Con lo score di 53/60 si è assicurato l’oro davanti a Cristian Ghilli di Ponteginori (PI), argento con 52/60, ed a Niccolò Sodi di Arezzo, terzo con 45/50.

Massimo degli onori anche per Giada Longhi di Roccaranieri (RI), prima tra le Junior femminili con 69/75 in qualifica e 51/60 in finale. Molto distaccate Sara Bongini di Imrpuneta (FI), seconda con 36/60, e Marianna Marrocchini di Cerveteri, terza con 31/50.

Tra gli Allievi l’oro se lo è aggiudicato Andrea Lapucci di Monsummano Terme (PT), primo sul podio con 67/75 seguito da Giovanni Menghi di Cecina, secondo con 65 +4, e da Federico Fravili di Monterotondo (RM), terzo con 65 +3+1.

Bravi anche Stefano Carbone di San Giorgio Jonico (TA), Pietro Basta di Grottaglie (TA), e Damiano Schiavone di Leporano (TA), che con 54 +3, 54 +2 e 50 hanno assicurato alla puglia tutte e tre le medaglie in palio per il comparto degli Esordienti Maschili.

Com. Stam.

2 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
128 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *