HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda Capolavori dal Museum of Fine Arts di Boston a cura di Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson

 -  -  3


Bologna – Si è conclusa domenica 3 marzo 2019 l’esposizione HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda. Capolavori dal Museum of Fine Arts di Boston allestita nella Sala Mostre del Museo Civico Archeologico di Bologna dal 12 ottobre 2018.

Al termine dei 124 giorni di apertura della rassegna i visitatori sono stati 66.619, con una media giornaliera di oltre 537 biglietti staccati. La mostra, prodotta da  MondoMostre Skira con Ales S.p.A Arte Lavoro e Servizi in collaborazione con il Museum of Fine Arts di Boston,promossa dal Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e patrocinata dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, dall’Ambasciatadel Giappone in Italia e dall’Università degli Studi di Milano, ha offerto la possibilità di ammirare, per la prima volta in Italia, una straordinaria selezione di circa 250 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston, in proseguimento delle iniziative avviate nel 2016 per il 150° anniversario delle relazioni bilaterali Italia-Giappone. Suddiviso in 6 sezioni tematiche, il percorso espositivo, curato da Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson, ha inteso rappresentare l’apice del filone pittorico ukiyoe nota come “immagini del Mondo Fluttuante” attraverso le silografie policrome realizzate negli anni trenta dall’Ottocento dai maestri Katsushika Hokusai (1760 – 1849) e Utagawa Hiroshige (1797 – 1858), che si confermarono, qualche decennio più tardi, come i più grandi nomi dell’arte giapponese in Occidente. Nello stesso periodo di apertura della mostra, sono stati inoltre 33.655 visitatori a visitare le sale della collezione permanente del Museo Civico Archeologico, per il cui accesso era previsto un biglietto di ingresso disgiunto. Un risultato gratificante, anche in considerazione della temporanea chiusura di un’area del percorso espositivo situata al primo piano, disposta dal settembre 2017 per consentire gli ingenti lavori di rifacimento del manto di copertura promossi e finanziati dal Comune di Bologna, che proseguiranno fino all’estate 2019.

Com. Stam.

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
66 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *