SIGNORI PREGO SI ACCOMODINO approda a Palermo con la mostra Lia Pasqualino Noto.

 -  -  8


In occasione di Palermo Città della Cultura Italiana  e Manifesta 12  SIGNORI PREGO SI ACCOMODINO   approda a Palermo con la mostra Lia Pasqualino Noto.
artisti
John Armleder / Morgane Tschiember – Sarah Buckner – Gianluca Concialdi – Nicolas Deshayes – Patrizio Di Massimo – Anna Franceschini – Gelitin –  Chantal Joffe – Sonia Kacem – Athena Papadopoulos – Diego Perrone – Maia Regis – Francesco Simeti – Kiki Smith
 

a cura di
Geraldine Blais
 

progetto organizzato da
NUOVE//Contemporary Art Production

in collaborazione con
Elenka
Marsèll
Tasca D’Almerita

 
con il patrocinio di
GAM – Galleria D’Arte Moderna, Palermo
Accademia di Belle Arti di Palermo
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Palermo


> inaugurazione solo su invito <
18.06.2018, 18.00 – 21.00

visite solo su prenotazione
orari | 10 – 12 / 17 – 20

Lia Pasqualino Noto, La frittata di mezzanotte, 1988, ecoline su carta, 70,5 x 100 cm
Courtesy Familia Pasqualino Noto
In occasione di Manifesta 12 approda a Palermo, nominata nel 2018 capitale della Cultura Italiana, il ciclo espositivo di grande successo Signori prego si accomodino, ideato e curato da Geraldine Blais con il sostegno e la collaborazione di Marsèll. Il progetto, dedicato alla valorizzazione di grandi artisti del passato, si sviluppa come un dialogo tra la loro eredità culturale e creativi contemporanei, attivando inediti percorsi all’interno di luoghi intimamente legati alla vicenda umana e alla poetica di questi fondamentali protagonisti della recente storia dell’arte.

L’edizione palermitana di Signori prego si accomodino è il terzo capitolo di un racconto partito a Venezia (Biennale Arte 2015 e Architettura 2016) con due appuntamenti dedicati alla figura di Carlo Scarpa. La mostra si articolerà come un progetto costruito ad hoc per la città e dedicato a un’artista che proprio a Palermo ha legato indissolubilmente la sua vita e la sua arte: Lia Pasqualino Noto (Palermo, 1909 – Palermo, 1998) celebrando così il ventesimo anniversario della sua scomparsa.

Da lunedì 18 giugno domenica 1 luglio 2018, apriranno per la prima volta al pubblico le porte della casa-studio dell’artista. Il progetto ha coinvolto diversi artisti del panorama internazionale contemporaneo, invitati a relazionarsi con la vita e l’opera della pittrice palermitana, in un percorso che si riappropria degli spazi di casa Pasqualino Noto. Creando uno scenario capace di dialogare in sintonia con l’atmosfera e gli ambienti preesistenti, si rende testimonianza di quel fervore intellettuale che fu fra i più vivi focolari culturali della città di Palermo, ospitando tra le più radicali personalità del panorama artistico italiano fra le due guerre.

Artisti: John Armleder / Morgane Tschiember – Sarah Buckner – Gianluca Concialdi – Nicolas Deshayes – Patrizio Di Massimo – Anna Franceschini – Gelitin –  Chantal Joffe – Sonia Kacem – Athena Papadopoulos – Diego Perrone – Maia Regis – Francesco Simeti – Kiki Smith. 

Il progetto espositivo intreccia passato e presente anche della famiglia Pasqualino Noto invitando, accanto agli artisti, i componenti della famiglia dell’artista – Beatrice, Caterina, Lia, Liuc, Maia, Matilde – a realizzare alcune opere, con il fine di restituire l’immensa eredità che l’artista ha lasciato nell’esperienza delle generazioni successive.

Lia Pasqualino Noto, esponente del Gruppo dei Quattro insieme a Renato Guttuso, Nino Franchina e Giovanni Barbera, fu una dinamica e singolare voce femminile della pittura dei primi del Novecento, a lungo lasciata ai margini dal dibattito artistico, ma figura fondamentale del panorama culturale palermitano. La pittrice affrontò con ferma posizione e coraggiosa coerenza gli influssi dei nuovi stili pittorici del suo tempo, dagli epiloghi del futurismo sino al più deciso astrattismo. Nel suo percorso artistico e nella sua storia emergeranno i grandi contrasti dell’Italia tra gli anni ’30 e gli anni ’50, tra cui la questione del femminile, incontrata nelle sue  personali difficoltà a raggiungere il successo, di pubblico e critica, in quanto donna, arrivando a giocare sull’equivoco creato dal doppio cognome “Pasqualino Noto” per lasciare credere che il suo lavoro fosse opera di un uomo, suo marito Guglielmo Pasqualino Noto.

Un ringraziamento speciale
Tutti gli artisti; gli eredi di Lia Pasqualino Noto; Beatrice Pasqualino, Baronessa di Carpinello; Marianne Vibaek, antropologa; Matilde Gagliardo, artista; Guglielmo Pasqualino, Presidente Immobiliare Glibag s.r.l.; Giovanni Laisa, Direttore amministrativo Casa di Cura Noto Pasqualino, Palermo; Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Andrea Cusumano, Assessore alla Cultura di Palermo; Antonella Purpura, Direttrice GAM – Galleria D’Arte Moderna, Palermo; Antonio di Lorenzo, Responsabile Attività Scientifica Museale, GAM, Palermo; Rosario Perricone, Direttore Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Palermo; Maria Fasino, segreteria organizzativa, Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino; Alberto Coppola Amero D’Aste Stella, Presidente Accademia di Belle Arti di Palermo; Mario Zito, Direttore Accademia di Belle Arti di Palermo; studio legale Martina Botton, Padova; Mirko Rizzi; Marsèll; Palermo; Francesco Galvagno; Elenka, Palermo; Tasca d’Almerita, Conte Tasca d’Almerita Soc. Agr. a R.L.; Costanza Tasca D’Almerita, Principessa di Camporeale; Costanza Chirivino; Aldo Chiappone; Giuseppe Gelardi; Lions Club Palermo dei Vespri; Maria Enza Carollo, Direttore Segretario Generale Fondazione Whitaker; gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Palermo; Gabriele Zaffuto.

Si ringrazia per la collaborazione
Galleria Clima, Milano; Galeria Vera Cortês, Lisbona; Galleria Raffaella Cortese, Milano; Galleria Monica De Cardenas, Milano; Galleria Massimo De Carlo, Milano; Galleria, Emalin Londra; Galleria Francesca Minini; Galleria Loevenbruck, Parigi; Overdriveart srl, Milano; Galleria Gregor Staiger, Zurigo; Galleria Stuart Shave/Modern Art, Londra; Galleria T293, Roma; Galleria Vistamare, Pescara.

Partners
Il progetto si avvale del patrocinio e della collaborazione

GAM – Galleria D’Arte Moderna di Palermo
Via Sant’Anna, 21, 90133 Palermo PA, +39 091 843 1605
info@gampalermo.it – www.gampalermo.it

Accademia di Belle Arti di Palermo
Palazzo Fernandez, via Papireto 20, Palermo +39 091 580876
segreteria@accademiadipalermo.it
www.accademiadipalermo.it

Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Palermo
Piazza Antonio Pasqualino, 5, 90133 Palermo PA, +39 091 328060
mimap@museomarionettepalermo.it www.museodellemarionette.it


Sponsors
Il progetto è stato reso possibile grazie al sostegno

NUOVE//Contemporary Art Production
Via Via Boscovich 31, 20124 Milano, Italy
Via Vendramini 26, 36061 Bassano Del Grappa +39 3389137314
nuoveresidency@pec.it – www.nuoveresidency.tumblr.com

Marsèll
Showroom – Marsèlleria
Via Paullo 12/A Milan
+39 02 76394920 – Press Office +39 049 9804512
showroom@marsell.it www.marsell.it

Elenka S.p.A. – Industria derivati naturali
Sede/Produzione/Magazzino generale
via Partanna Mondello, 46, 90147 Palermo
tel +39 091 532740 fax +39 091 534219
info@elenka.it www.elenka.eu
Tasca d’Almerita – Conte Tasca d’Almerita Soc. Agr. a R.L.
Via dei Fiori, 13, 90129, Palermo – Tel. +39 091 645 9711 / Fax. +39 091 426 703
info@tascadalmerita.it www.tascadalmerita.it
Com. Stam.
8 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
135 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *