Incontro con l’Assessore Alagna circa la Legge Regionale sul Diritto allo Studio

 -  -  19


Durante l’incontro tenutosi martedì, 17/04/2018, con l’assessore Federico Alagna assieme a Rete degli Studenti Medi Messina Unione degli Studenti-Messina con oggetto la Legge Regionale sul Diritto allo Studio abbiamo esposto all’Assessore il percorso svolto sin ora, dalle proposte presentate fino all’incontro dello scorso Febbraio con l’assessore Roberto Lagalla, ove si è accordata l’istituzione di due tavoli tematici assieme ad altre figure del mondo scolastico per la stesura della suddetta legge, di cui però a tutt’oggi non si hanno di fatto aggiornamenti.

Abbiamo espresso all’Assessore tutta la nostra preoccupazione per la stagnazione di una situazione che ormai da anni costringe la qualità dell’istruzione Siciliana a precipitare vertiginosamente, con relativa lesione dei fondamentali diritti sanciti costituzionalmente, diritti necessari alla formazione di menti di eccellenza e di soddisfazione di una conoscenza che sia di qualità, tante le criticità scaturite dalla mancanza di una Legge Regionale sul Diritto allo Studio che agevoli e migliori il percorso istruttivo di ogni studente, rendendo accessibile e potenziando qualsivoglia percorso formativo.

Abbiamo inoltre esposto all’Assessore le proposte concrete presentate, dal contributo di istruzione fino alla regolamentazione della compravendita dell’usato, passando per una scuola che si innovi e rinnovi, all’agevolazione dei trasporti cittadini e Regionali grazie a dei contributi e convenzioni senza dimenticare la questione strutturale dei plessi, arrivando all’annosa e spinosa questione sulla Scuola-Lavoro, dove abbiamo approfondito i contenuti della proposta da noi scritta e presentata assieme a Libertà e Giustizia che vanno dalle tutele assicurative, la ripartizione delle spese sostenute in alternanza alla regolamentazione di percorsi inerenti la formazione offerta dall’istituto fino all’Assemblea sulla Scuola-Lavoro per una calendarizzazione precisa e condivisa, in linea con gli impegni didattici, degli obblighi di Alternanza.

Condivisione di intenti e disponibilità nelle parole dell’Assessore, col quale abbiamo posto in disamina tutti i nodi in discussione, con unanimità di intenti, tutte le sigle hanno posto in essere 3 proposte concrete da attuare e presentare ufficialmente all’Assessorato:

1) Una formale sollecitazione alla Regione da parte del Comune circa lo sblocco della questione, tramite l’avvio dei tavoli promessi o la discussione dei testi da tempo presentati.
2) L’adozione, da parte del Comune di un Regolamento Etico per l’avvio di protocolli di Alternanza, che vincoli il Comune su precise regole etiche circa la stipula di percorsi di alternanza, regole etiche rispettose della figura dello Studente e dell’efficienza dell’Alternanza, che possano mettere fine ad attività poco formative e che pongono lo Studente in una condizione di sfruttamento e di sfavoreggiamento nell’adempire agli obblighi formativi del programma didattico.
3) L’istituzione di un tavolo permanente Comunale sul Diritto allo Studio, che possa proporre, monitorare e perseguire il miglioramento della qualità dell’istruzione e delle strutture all’interno del territorio.

Formalizzeremo nei prossimi giorni queste proposte che verranno inoltrate al Comune, in attesa di una risposta ufficiale e collaborativa da parte del Comune di Messina. Tutti insieme, in una convergenza di obiettivi, risultati e risoluzioni, avanti!

Com. Stam/Foto Ric. Pubbl.

19 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
132 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *