Minori non accompagnati, selezione dei tutori. Avviso dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

 -  -  5


L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha avviato la procedura di selezione di tutori legali di minori non accompagnati.

Per “minore straniero non accompagnato” si intende “lo straniero di età inferiore agli anni 18 che si trova, per qualsiasi causa nel territorio nazionale, privo di assistenza e rappresentanza legale (art. 2, legge 47/2017);  per “tutore volontario” si intende la persona che, a titolo gratuito e volontario, non solo voglia e sia in grado di rappresentare giuridicamente un minore straniero non accompagnato, ma sia anche una persona motivata e sensibile, attenta alla relazione con il minore, interprete dei suoi bisogni e dei suoi problemi. Il tutore volontario, inoltre, a favore della persona di minore età:  ne persegue il riconoscimento dei diritti senza alcuna discriminazione;  ne promuove il benessere psicofisico;  vigila sui percorsi di educazione e integrazione, tenendo conto delle capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni;  vigila sulle condizioni di accoglienza, sicurezza e protezione;  ne amministra l’eventuale patrimonio.Per la selezione dei tutori legali volontari di minori stranieri non accompagnati, possono presentare domanda  – secondo quanto stabilito dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza – le persone residenti e stabilmente domiciliate in Abruzzo, Molise, Sardegna, Toscana, in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione europea con adeguata e comprovata conoscenza della lingua italiana;
  • cittadinanza di Stati non appartenenti all’Unione Europea o apolidi, in possesso di regolare titolo di soggiorno e con adeguata e comprovata conoscenza della lingua italiana;
  • compimento del venticinquesimo anno di età;
  • godimento dei diritti civili e politici;non avere riportato condanne penali e non avere in corso procedimenti penali ovvero procedimenti per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione;
  • assenza di condizioni ostative previste dall’art. 350 c.c.

La domanda di selezione deve essere presentata attraverso apposita istanza redatta in carta semplice secondo il modello allegato all’Avviso e accompaganta da una dichiarazione di disponibilità a svolgere un eventuale colloquio e  corso di formazione obbligatoria della durata di 24/30 ore in caso di esito positivo della selezione, sottoscritta e inviata esclusivamente a mezzo di posta elettronica all’indirizzo tutorivolontari@garanteinfanzia.org.

Nell’oggetto dovrà essere indicata la seguente dicitura: “Domanda di selezione come tutore volontario per la Regione …”, specificando la Regione di residenza e/o domicilio.

Qualunque informazione inerente il bando potrà essere richiesta all’Ufficio dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza ai seguenti recapiti: 06.67.79.65.51 – 06.67.79.46.29 – 06.67.79.77.17.

Saranno prese in considerazione anche le e-mail pervenute all’indirizzo tutorivolontari@garanteinfanzia.orgriportanti nell’oggetto la dicitura “Richiesta informazioni tutori”.

Il bando non ha scadenza. Le domande pervenute sono tenute in considerazione per l’avvio di successive edizioni del corso di formazione, secondo il calendario da definirsi di cui si darà notizia mediante avviso sul sito dell’Autorità garante.

Com. Stam.fonte Informa Giovani

5 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
107 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *