Milano, la Polizia di Stato e il Consiglio Ministeriale OSCE: le misure di Vigilanza, Ordine e Sicurezza pubblica disposte dalla Questura di Milano (Video)

 -  -  8


Da oggi giovedì 6 e fino a domani venerdì 7 dicembre 2018 la città di Milano ospita, presso il MI.CO. Milano Congressi di Piazzale Carlo Magno, il Consiglio Ministeriale dell’OSCE che vede la partecipazione dei Ministri degli Esteri dei 57 Paesi membri dell’OSCE insieme ai Ministri degli Esteri degli 11 Paesi partner (Afganistan, Algeria, Australia, Egitto, Giappone, Israele, Giordania, Marocco, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia) con circa 3000 partecipanti di cui circa 1.300 delegati.

L’articolato dispositivo del Questore di Milano, quale Autorità Provinciale Tecnica di Pubblica Sicurezza, alla luce delle determinazioni dei tavoli tecnici tenutisi in Questura, è stato pianificato ed elaborato con servizi di controllo, vigilanza fissa e dinamica e di ordine e sicurezza pubblica, iniziati sin dalla giornata di ieri, predisposti dall’Ufficio di Gabinetto della Questura con l’impiego di poco meno di 3.000 operatori. Il dispositivo prevede l’impiego di uomini delle Forze dell’Ordine che controllano in modo capillare le aree adiacenti il complesso in cui si svolge il Consiglio con bonifiche e controlli ai passaggi e in modo più elastico le vie limitrofe. Una particolare attenzione è riservata al momento in cui le delegazioni lasciano i rispettivi alberghi per recarsi al Mi.Co. con le relative scorte e le strade sono chiuse per essere subito riaperte dopo il passaggio. Il servizio disposto dalla Questura vedrà l’impiego, graduato secondo le necessità, di personale della Polizia di Stato con l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico con i suoi Reparti specializzati, cinofili, Uopi, artificieri, tiratori scelti e i bikers, la Digos, la Squadra Mobile, la Sezione Scorte, il Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica, l’Ufficio del Personale l’Ufficio Servizi Tecnico Logistici, l’Ufficio Sanitario, i Commissariati Sezionali e il Reparto Prevenzione Crimine

La Polizia Postale, la zona TLC, la 2° Zona Polizia di Frontiera, la Polizia Stradale, la Polizia Ferroviaria, il 2°Reparto Volo svolgeranno i servizi per quanto di specifica competenza. Il dispositivo prevede l’ausilio dell’Arma dei Carabinieri, con le A.P.I., della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, dell’Esercito Italiano, dei Vigili del Fuoco e la collaborazione dell’ Areu 118, della Polizia Locale, dell’ATM e dell’AMSA.

Per l’occasione è stata allestita la Sala Gestione Grandi Eventi “Raiola” presso la centrale operativa della Questura con la visione in diretta delle immagini tramite il sistema “Ellitele” trasmesse dal Reparto Volo. È stato dato massimo impulso alle attività di prevenzione per alimentare, attraverso una mirata azione informativa, il flusso di notizie necessario alla pianificazione e gestione dei servizi con la messa in sicurezza degli obiettivi sensibili e a rischio in relazione alla circostanza. Accurate bonifiche dei luoghi interessati e un livello di attenzione costantemente alto che non trascuri la puntuale applicazione delle regole di autotutela sono alla base del dispositivo di sicurezza che prevede, inoltre, l’installazione di apparati radiografici e portali metaldetector (Rapiscan) presso i gate di accesso al MI.CO. Milano Congressi per i controlli a tutti i soggetti autorizzati all’ingresso, dai dipendenti ai fornitori. Il Questore di Milano Marcello Cardona si è recato questa mattina al Mi.Co. per verificare di persona il dispositivo per poi seguire l’evento dalla Centrale Operativa della Questura

8 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
116 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *