Stragi del sabato sera. La Polizia Stradale operativa nella notte a Milano zona Certosa e ad Assago

 -  -  6


Al fine di aderire agli standard europei ed in adesione agli obbiettivi del “Libro Bianco” europeo, il cui fine è quello di rafforzare la sicurezza stradale per dimezzare il numero di morti entro il 2020, attraverso la riduzione dei sinistri stradali, sono state concertate a livello centrale delle misure organizzative per ottimizzare l’attività di accertamento della guida in stato di ebbrezza alcoolica.

Attuando tale protocollo, nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 Luglio 2018, la Polizia Stradale di Milano, con l’ausilio del personale medico della Questura di Milano, ha svolto un servizio mirato nel capoluogo lombardo per il contrasto al fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

Il dispositivo predisposto nei pressi del Cimitero Maggiore (zona Certosa) e presso la barriera di Assago (A/7 Milano – Genova), composto complessivamente da otto equipaggi, ha consentito, nella fascia oraria 00.00 – 6.00, di sottoporre a screening una buona parte dell’utenza in transito, attraverso l’utilizzo dei c.d. “precursori” per l’accertamento qualitativo non invasivo di carattere massivo.

A seguito di ciò, i conducenti sottoposti a prova con etilometro sono stati 20, di cui 11 sono stati denunciati a piede libero per guida in stato di ebbrezza alcolica con un tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 g/l.

Sono state complessivamente ritirate 18 patenti di guida per la successiva applicazione del periodo di sospensione previsto per la tipologia di violazione accertata.

I conducenti sottoposti al precursore droga sono stati 12, mentre coloro che successivamente sono stati assoggettati al prelievo con Quantisal sono stati 4. A tutti è stata ritirata provvisoriamente la patente di guida in attesa dei riscontri sanitari.

6 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
97 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *