La Polizia arresta due ultras palermitani, responsabili di una aggressione, ai danni di tifosi del venezia

 -  -  7


Palermo: La Polizia di Stato arresta due ultras palermitani, resisi responsabili di una aggressione, in un bar di terrasini, ai danni di tifosi del venezia, poco prima dell’incontro tra le due rispettive compagini

La Polizia di Stato ha tratto in arresto  QUARANTA Antonio, palermitano di anni 29 e DE LUCA Agostino, di anni 33, ambedue con precedenti di polizia, responsabili della violazione delle prescrizioni del DASPO a cui erano sottoposti e denunciati in stato di libertà anche per i reati di rissa, danneggiamento, possesso di  oggetti atti ad offendere e travisamento in luogo pubblico o aperto al pubblico.

Nella mattinata del 10 giugno 2018, un gruppo di circa 10 tifosi veneziani giungeva a Palermo per assistere allincontro di calcio  Palermo – Venezia,  in programma alle successive ore 18.30.

I tifosi veneziani, durante la consumazione di un veloce pasto in un bar di Terrasini,   in Piazza Duomo, venivano  coinvolti in una rissa originata da un gruppo di tifosi palermitani aderenti a gruppi ultras.

Il pronto intervento delle Forze dell’Ordine permetteva di contenere la rissa e scongiurare l’evolversi negativo degli eventi facendo ripartire in sicurezza i tifosi ospiti.

Gli Agenti della DIGOS svolgevano una accurata attività di  indagine, volta ad identificare gli aggressori.

Venivano, innanzitutto, ascoltati  alcuni testimoni che raccontavano di aver visto un gruppo di soggetti incappucciati lanciare all’indirizzo dei tifosi veneziani bicchieri ed altri oggetti  nonché minacciarli con oggetti contindenti.

I riscontri testimoniali e la visione delle immagini registrate da alcune telecamere della zona, consentivano di ricostruire le fasi dell’aggressione e di riconoscere De Luca Agostino e Quaranta Antonio, entrambi già sottoposti a provvedimento DASPO., emessi dal Questore di Palermo, rispettivamente,  il 9 giugno 2018, per una validità di anni 5 ed il 16 gennaio 2017, per una validità di anni 3.

Il Quaranta, soggetto conosciuto agli atti della Digos, era stato già denunciato per violenza privata, lo scorso 13 dicembre 2016, durante l’incontro di calcio Palermo.-  Milan, disputato presso lo stadio “Renzo Barbera” di Palermo e per questo episodio, sottoposto a DASPO.

De Luca Agostino era, invece, già stato denunciato e sottoposto a DASPO perché, in occasione dell’incontro  Palermo – Bari, dello scorso 30 aprile, si era reso responsabile del lancio di materiale pericoloso e scavalcamento.

Gli arresti sono stati convalidati dall’Autorità Giudiziaria che ha disposto, per entrambi, l’obbligo di dimora e l’obbligo di firma.

 

7 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
96 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *